17 October 2019

Intervista a Massimo Taddeo Supply Chain Country Manager in PANASONIC

Intervista a Massimo Taddeo Supply Chain Country Manager in PANASONIC

Massimo Taddeo: Supply Chain Manager in Panasonic. Massimo on Linkedin.

“Non si vive di sola esperienza sul campo”. Ecco perchè Massimo Taddeo, Supply Chain Country Manager in PANASONIC, ha deciso di  ottenere la certificazione CSCP con JPS.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tu Massimo sei un professionista della Supply Chain: cosa ti ha spinto a spinto ad intraprendere  questa carriera?

Il successo di ogni azienda passa attraverso un processo strutturato di SC e Logistica, all’inizio della mia carriera i processi erano molto basici, man mano che partecipavo a forum e convegni mi rendevo conto di quanto affascinate fosse questo mondo e quanto avrei potuto fare proponendo in azienda nuove soluzioni, si è creato una spirale in cui più facevo e più ero entusiasmato a fare con grande soddisfazione ed apprezzamento dei miei stakeholder interni, nel tempo anche i numeri mi hanno dato ragione.

 

Durante la tua carriera hai deciso che fosse il momento di certificare le tue competenze: perchè? e perchè APICS?

In una frase potrei dire che “non si vive di sola esperienza sul campo”arriva il momento di certificare la propria professionalità facendolo con un leader del mercato (ecco perché APICS).

 

Nella tua esperienza che ritorno ha portato la tua certificazione per l’organizzazione nella quale lavori?

Concretamente nella mia organizzazione nessun ritorno, ho cercato di modificare alcune abitudini e quindi approcciare le problematiche in maniera più strutturata,  a livello personale l’orgoglio di aver accresciuto il mio bagaglio culturale, ed in futuro chissà….sicuramente è un valore aggiunto da spendere in azienda ed un buon biglietto da visita per nuove opportunità. 

 

In un’epoca n cui l’e-learning va molto di moda, che valore hai trovato nel partecipare ad un corso in aula?

Stabilire un contatto empatico con il corpo docenti è fondamentale e nessun e-learning course potrà essere efficace e comparabile, inoltre uno scambio di idee tra partecipanti è stato fondamentale per mettere a confronto realtà differenti, la disponibilità di tutti è stata eccezionale… e non solo in aula.

 

JPS punta molto sulla qualità dei suoi tranier: che ruolo hanno avuto nel tuo percorso di certificazione APICS?

Professionalità disponibilità chiarezza nell’esporre i concetti sono stati i key-element di tutto il percorso, ho trovato trainer molto preparati con un passato affascinante che non poteva che sfociare in un presente fatto di consulenza e formazione a testimoniare, prima di tutto, una passione nella SC prima ancora che una professione.

 

We are using cookies on our website

Please confirm, if you accept our tracking cookies. You can also decline the tracking, so you can continue to visit our website without any data sent to third party services.