25 maggio 2018

Intervista a Rocco Guidetti: APICS Top Performer CSCP

Rocco Guidetti – JPS APICS Top Performer CSCP 2017 (Profilo Linkedin)

 

“Dopo aver conseguito una laurea in in Ingegneria Civile all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, frequenta un Master in Management Internazionale presso l’Università degli Studi di Trento.
Dal 2015 Demand Specialist di Tetra Pak, è uno dei più giovani certificati APICS CSCP formati da JPS.”

 

 

 

Rocco, lavori nella Supply Chain di un’azienda globale: nella tua organizzazione, che ruolo ha la formazione professionale specialistica nello sviluppo dei talenti come te?

Una dimensione globale offre numerose opportunità ma allo stesso tempo rende complessa la gestione di una Supply Chain dove comunicazione e collaborazione diventano elementi sempre più fondamentali per essere competitivi. In questo contesto, una formazione solida e diffusa delle risorse diventa un facilitatore vincente.
Tetra Pak® ha una forte cultura World Class Manufacturing pertanto lo sviluppo delle competenze è un processo sistematico e consolidato. Inutile dire che la volontà personale è un ingrediente indispensabile.

Hai scelto di partecipare ad un corso pubblico: l’iniziativa è partita da te o dall’azienda?

In Tetra Pak sono davvero numerosi gli strumenti per accrescere le proprie competenze al di fuori dell’esperienza quotidiana e uno tra questi è ovviamente la possibilità di partecipare a corsi pubblici. Nel caso specifico ho individuato APICS CSCP assieme al mio Manager come parte del programma di sviluppo personale.

Cosa ti ha spinto ad intraprendere proprio il programma di certificazione APICS CSCP?

Decisivo è stato il confronto con alcuni colleghi già certificati e con Simone Marrami, Partner di JPS. In linea con i miei obiettivi dello scorso anno, CSCP mi è sembrato il programma che offriva una visione d’insieme più ampia di quelle che sono le dinamiche di funzionamento di una Supply Chain ed è così diventato la mia prima scelta.

A valle del percorso formativo, quali aspettative si sono concretizzate?

Moltissime! Il materiale didattico di APICS mi ha piacevolmente sorpreso per la fruibilità nonostante la mole degli argomenti trattati e un contributo essenziale lo hanno dato istruttori e colleghi di corso con esempi di esperienze concrete. Come già accennato, ero in cerca di un programma che offrisse terminologia e concetti applicabili in tutte le aree di una Supply Chain e in generale in una grande realtà manifatturiera. Ora il l’obiettivo è quello di condividere la mia esperienza a beneficio del team e di continuare ad approfondire le mie competenze in Supply Chain Management.

Quali sono i tuoi progetti come professionista della Supply Chain? Ed in che modo credi che l’esserti certificato (e l’essere un Top Performer!) ti aiuteranno?

Certificarsi APICS richiede impegno per cui ricevere il premio di Top Performer è stata una grande soddisfazione personale, nonché l’occasione di dimostrare la volontà di portare a termine il programma con il massimo della serietà. Ora però viene la parte che mi interessa di più e cioè tradurre nella pratica le competenze che ho acquisito in aula.
I nostri Clienti si aspettano tempi di commercializzazione sempre più brevi, a costi competitivi e senza compromessi di qualità, sfide che vedranno la nostra organizzazione in prima linea e che renderanno la formazione APICS un riferimento fondamentale

 

MENU