18 dicembre 2018

Innovazione e creatività per il successo delle aziende

Abbiamo già accennato quali saranno le novità introdotte da ASCMAssociation for Supply Chain Management -, che, da gennaio 2019, sarà l’organizzazione guida per le aziende che intendono abbracciare i cambiamenti legati alla Supply Chain. Ed è proprio la parola “cambiamento” che più chiama l’innovazione. Senza innovazione può esserci cambiamento? E senza immaginazione e creatività, può esserci innovazione? Sono queste le domande a cui abbiamo cercato risposta.

Durante la APICS Annual Conference di Chicago, Marc Randolph, l’ex CEO di Netflix, ha tratteggiato il profilo dell’innovatore, responsabile delle dinamiche, delle relazioni interne, del successo e del fallimento di un’azienda e dei suoi collaboratori. Il suo speech è stato assolutamente fra i più stimolanti. Ispirazione, innovazione, cambiamento, uscita dalla comfort zone, carisma, paradigma, potrebbero essere le sei facce di un dado. E se ce ne fosse una settima?

 

Lego Serious Play info JPS

La creatività come motore dell’innovazione

Immaginiamo. C’è sempre qualcuno che parla tanto, troppo. Che non lascia finire i discorsi degli altri, che tende ad imporre la propria idea. Domina, consuma il tempo di tutti. E c’è sempre qualcuno più silenzioso, che è stufo di non riuscire a dire la sua, di ascoltare sempre gli stessi discorsi. Potrebbe essere demotivato. Probabilmente gioca con la penna o disegna su un foglio mentre gli altri parlano. Peggio ancora, potrebbe avere gli occhi sullo smartphone.

Succede in tutti i meeting, di tutte le aziende del mondo. E – che tu ci creda o no – si tratta di uno dei più clamorosi sprechi cui si possa assistere: eccesso di qualcosa, incapacità di scoprire qualcos’altro. E il rischio è perdere un contributo di creatività per limitarsi a percorrere sempre e solo le strade conosciute.

L’innovazione – di prodotto o di processo, non conta – ha bisogno di comportamenti e contesti che inneschino le energie di tutti, per trovare l’idea giusta tra le mille possibili, le cento fattibili e le dieci realistiche. Per questo servono strumenti specifici. Noi abbiamo scelto il nostro, ed abbiamo dato così una risposta concreta alle nostre domande. Lego Serious Play è la risposta all’innovazione che sta cambiando l’approccio di molte aziende. Lego Serious Play è un metodo che impone per natura la partecipazione di tutti, incoraggiando l’elaborazione di pensiero creativo, di confronto, di convergenza verso soluzioni “di tutti”, anche se non necessariamente “di tutto”. E – se questo ti pare poco – in modo divertente, coinvolgente e “fisico”.

 

Lego Serious Play, come funziona e perchè lasciarsi ispirare

Comunicare la potenza del metodo Lego Serious Play tramite il racconto è difficile per definizione e per natura: molto meglio sperimentarlo concretamente. Lo hanno già adottato moltissime multinazionali, così come tante aziende piccole che hanno trovato ispirazione nell’uso dei mattoncini che tutti, prima o poi, abbiamo maneggiato.

JPS – con un facilitatore ufficiale della metodologia  – offre l’opportunità di mettere alla prova competenze e creatività con una serie di proposte in-house e pubbliche. Presto il nuovo calendario corsi online.

Per maggiori informazioni, contattaci e seguici sui nostri canali social.

MENU
Right Menu Icon

We are using cookies on our website

Please confirm, if you accept our tracking cookies. You can also decline the tracking, so you can continue to visit our website without any data sent to third party services.